CURRENT EXHIBITION

UNA NUOVA STAGIONE

La collezione Luigi Meroni e altre donazioni

15 July - 10 September 2017

Con la recente donazione della collezione Luigi Meroni (1935 – 2015), il Museo d’arte Mendrisio si arricchisce di pregevoli opere di importanti autori lombardi e ticinesi del XX secolo e contemporanei. Il secondo Novecento, relativamente all’arte italiana, e in particolare delle regioni settentrionali, è senz’altro tra i più documentati settori delle collezioni del Museo. Ciò grazie soprattutto ai fondi Grigioni, Macconi, e ora Meroni e Bolzani.

Walter Schönenberger li definì “gli anni in cui tutto cambiò” (W. Schönenberger, Gli anni in cui tutto cambiò, in Attraverso il tempo. Opere dal Fondo Macconi: da Corot oltre Morlotti, cat. della mostra, Mendrisio, Museo d’arte, 2007), il principio di una nuova stagione. Il periodo degli anni Sessanta e Settanta è stato per il Ticino estremamente fecondo in fatto di rapporti con il mondo culturale italiano. Non solo televisione, radio e giornali si avvalevano di grandi firme della letteratura e della critica italiana (ricordiamo solo le fortune di un grande premio letterario quale il Premio Libera Stampa); anche nel campo delle arti visive si assisteva al fiorire di iniziative espositive (tra tutte, la mostra del 1966 a Villa Ciani Natura e Uomo, omaggio a Francesco Arcangeli) e all’affermarsi delle gallerie d’arte e di conseguenza di un consistente collezionismo locale. Un fenomeno senza precedenti che permise al panorama culturale ticinese di conoscere per oltre venti anni un vero e proprio periodo d’oro, di rinnovamento.

 

PRESS ROOM

Go to press release and images

Cesare Lucchini, S.t., 1986, olio su tela, cm 93x148
OPENING TIMES
Wednesday - Sunday
2 p.m. - 6 p.m.

Monday and Tuesday closed (on public holidays open)
GUIDED TOURS
requires booking