ARCHIVIO MOSTRE - MOSTRE DAL 2005

"LE PIÙ BELLE STATUE DELL'ANTICHITÀ"

11 novembre 2006 - 14 gennaio 2007

Il Gladiatore Borghese, la Venere di Milo, il Fauno Barberini, il Laocoonte: 75 affascinanti copie variamente patinate di capolavori dell'arte ellenistica, rappre-sentanti divinità eroi atleti ritratti di filosofi poeti e politici, provenienti dalla più grande gipsoteca svizzera, la Skulpturhalle di Basilea: perché dedicare ad esse una mostra al Museo d'arte di Mendrisio?
Perché le copie in gesso dei capolavori dell'antichità raccolte in una gipsoteca di origine sette-ottocentesca raccontano una vicenda culturale straordinaria, durata e profondamente sentita nel corso di diversi secoli.
Due i principali argomenti sui quali la mostra intende per frammenti soffermarsi: da un canto un percorso cronologico, dallo Spinario ai Fregi del Partenone, in cui il riaffiorare di una statua antica sancisce un momento chiave nella riscoperta dell'antica Grecia, riscoperta che prima e a lungo avviene "miticamente" attraverso Roma e che solo all'inizio dell'800 torna, con le grandi campagne archeologiche, ai luoghi d'origine; dall'altro un rimando di sala in sala a una particolare sfera della mitologia classica, con riferimento alle immagini degli dei e degli eroi che le copie rappre-sentano, ponendo l'accento su quella forza di attrazione che il mito classico possiede ancora ai nostri giorni e che da sempre ci viene trasmessa dai versi e dalle pagine di poeti e scrittori.

 

PRESS ROOM

Vai al comunicato stampa

 

CATALOGO


Le più belle statue dell'antichità

2006
italiano
p. 120 / ill. 84


Prezzo: CHF 30.00
   Vai al carrello