ARCHIVIO MOSTRE - MOSTRE DAL 2005

QUADRIFONIA

Miro Carcano, Hans Gessner, Hermanus, Alberto Salvioni

30 aprile – 24 luglio 2016

Miro Carcano a cura di Barbara Paltenghi Malacrida; Hans Gessner a cura di Emanuela Burgazzoli; Alberto Salvioni a cura di Simone Soldini con contributo di Maria Will; Hermanus a cura di Simone Soldini

Quadrifonia, quattro distinte, singolari fonti di suono ci guidano negli spazi del Museo d’arte Mendrisio: una mostra che si sviluppa attorno a vicende artistiche nel Ticino del secondo ‘900, in particolare nel corso di tre decenni, tra la metà degli anni ’50 e gli anni ’90. Quattro linguaggi pittorici molto diversi tra di loro, ma accomunati da un contesto ricco di sperimentazioni macinate e ormai assimilate, dal cubismo al surrealismo e all’arte concreta. Si tratta di brevi, compatte monografiche che mettono in luce sulla base di una scelta essenziale –non più di 30/35 opere per ciascuno- aspetti stilistici o tematiche poco noti dei singoli artisti.

La mostra si apre con una selezione di opere di Miro Carcano (Malters 1926 – Maroggia 1994), in cui il pittore abbandona i toni forti, espressionisti, per i quali è da molti conosciuto, in favore di una pittura di stampo impressionista, più leggera e meno strutturata, eterea e al contempo surreale. Non viene meno anche in questo filone di Carcano quella sua tipica nota di humour un po’ acido e grottesco, anche se lo stile si rivela decisamente più intimista e riflessivo rispetto agli esiti degli inizi.
Sorprendenti certe composizioni spaziali, l’uso di una tecnica sintetica originale e audace, i delicati, lievi intrecci cromatici e una composizione meno vincolata agli usuali canoni prospettici.

 

PRESS ROOM

Vai al comunicato stampa