Maggio

Domenica 15 maggio, 15.30-17.30

GIORNATA INTERNAZIONALE DEI MUSEI

Evento performativo in simultanea

In occasione della Giornata Internazionale dei Musei, la Rete dei Musei d’arte del Mendrisiotto – Rete MAM presenta la nuova produzione Ariella Vidach AiEPMAM contemporanea, creata per questa ricorrenza e scegliendo di collaborare con la FESTA DANZANTE.
MAM contemporanea  è una performance di danza phygital (fisica e digitale) che sviluppa un momento di connessione in tempo reale, estendendo al mondo e alle visioni digitali la rete collaborativa già costituita tra i cinque musei – Museo Vincenzo Vela, m.a.x. museo, Teatro dell’architettura, Museo d’arte Mendrisio, Pinacoteca cantonale Giovanni Züst.
La performance, ripetuta in loop  più volte nel corso del pomeriggio, presenta cinque performer che danzano simultaneamente nei musei della Rete MAM inquadrati dai cellulari e visualizzati, attraverso internet, in un’unica composizione.
Idea e regia Claudio Prati e Ariella Vidach
Coreografia Ariella Vidach
Performer Enzina Cappelli, Sofia Casprini, Federica D’Aversa, Andreyna De La Soledad, Rossella Del Vecchio


Per info e prenotazioni, clicca QUI

Giovedì 19 maggio, ore 10.30

CONFERENZA STAMPA:

Gianfredo Camesi
Dallo Spazio al Tempo

Davide Cascio
Chaosmos

Sabato 21 maggio, ore 17.00

INAUGURAZIONE MOSTRE:

Gianfredo Camesi
Dallo Spazio al Tempo

Davide Cascio
Chaosmos

Domenica 22 maggio, ore 18.15

CONCERTO:

JAZZ IN MOSTRA

CONCERTO:

Nguyên Lê, chitarra
Baiju Bhatt, violino
Valentin Conus, sassofono

Tre musicisti di origini culturali profondamente diverse (Vietnam, India e Svizzera) e capitanati da uno dei più importanti chitarristi della scena contemporanea internazionale, il franco-vietnamita Nguyên Lê, interprete magistrale che vanta collaborazioni con artisti del calibro di Carla Bley, Randy Brecker, Trilok Gurtu, Steve Lacy, Dee Dee Bridgewater, Quincy Jones, Peter Erskine, Paolo Fresu, John McLaughlin, Michel Petrucciani, Enrico Rava ed Herbie Hancock. Insieme al violinista Baiju Bhatt e al sassofonista Valentin Conus, darà vita a sonorità uniche nel loro genere, con improvvisazioni ispirate alle opere esposte e trasformando il luogo espositivo in uno spazio mentale, raccolto e mistico. Per l’occasione il pubblico potrà assistervi seduto (a terra su cuscini predisposti per l’occasione o su sedie collocate lateralmente), così da consentire una totale immersione fisica e sonora tra musica e opere d’arte.

Il biglietto (20.– CHF/euro) include l’entrata alle mostre di Davide Cascio e Gianfredo Camesi e il concerto con posti a sedere non numerati. I posti sono limitati: la riservazione è caldamente consigliata al numero 058.688.33.50 o via email: museo@mendrisio.ch

Giugno

Domenica 12 giugno, ore 11.00

CASA PESSINA – MOSTRA FOTOFGRAFICA

VERNISSAGE 

Stefano Galli 

Body and Soul

Luglio